ASTI MEDIEVALE

SABATO 24 MARZO PIEMONTE MEDIEVALE VI PROPONE UN ITINERARIO ATTRAVERSO I MONUMENTI MEDIEVALI DELLA CITTà DI ASTI

 

ASTI3

Appuntamento alle ore 9.30 in Piazza San Secondo davanti alla facciata della chiesa. L'itinerario si svilupperà nel centro storico della città e toccherà, oltre alla chiesa di S. Secondo e il suo campanile, la Torre Rossa, la cattedrale di S. Maria Assunta e il Museo Diocesano di S. Giovanni. Dopo pranzo le visite proseguiranno con la Cripta e il Museo di Sant'Anastasio, la Torre Troyana e la rotonda di S. Pietro in Consavia.

Scaricate qui il volantino con il programma completo.

Per info e adesioni contattateci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stampa Email

Borghi nuovi, castelli e chiese nel Piemonte Medievale...col prof. Alessandro Barbero

Venerdì 26 gennaio Piemonte Medievale è lieta di invitarVi alla presentazione del libro

Borghi nuovi, castelli e chiese nel Piemonte medievale

Studi in onore di Angelo Marzi, a cura di S. Caldano e A.A. Settia

L'evento si terrà alle ore 17.00 presso la cripta di S. Andrea (Aula Magna dell'Università del Piemonte Orientale-Vercelli)

Vi ricordo che il volume è stato realizzato anche con il contributo di Piemonte Medievale.

All'evento, organizzato in collaborazione con la Società Storica Vercellese, parteciperanno il prof. A. Barbero, il dott. Simone Caldano, il prof. A. A. Settia e l'arch. A. Marzi.

Scarica qui il programma completo

Scarica qui l'indice del volume

Stampa Email

SUSA ROMANA E MEDIEVALE

SABATO 2 SETTEMBRE PIEMONTE MEDIEVALE VI PROPONE UN IMPERDIBILE ITINERARIO ALLA SCOPERTA DEI TESORI DELLA CITTA' DI SUSA

 DSC6551

Appuntamento alle ore 10.15 in Piazza San Giusto a Susa. Sarà possibile visitare la chiesa, il campanile, i sottotetti e il Museo Diocesano d'Arte Sacra (costo euro 5). 

Pranzo presso l'"Osteria della Marchesa" (chi voglia partecipare al pranzo è pregato di dare la sua adesione entro e non oltre mercoledì 30 agosto, segnalando eventuali intolleranze e/o allergie).

Nel pomeriggio visita ai monumenti romani, al castello della marchesa (ingresso facoltativo, costo euro 4) e alla chiesa di San Francesco.

Scaricate qui il volantino con il programma completo.

Per info e adesioni contattateci su Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Stampa Email

Le abbazie cistercensi di Casanova e Rivalta Scrivia

Sabato 17 giugno Piemonte medievale è lieta di proporvi un itinerario alla scoperta delle abbazie cistercensi di Casanova e Rivalta Scrivia

rivalta 4m

L'appuntamento è alle ore 9.30 presso l'Abbazia di Santa Maria di Casanova (Piazza Antica Abbazia 3, Casanova di Carmagnola). Il pranzo è libero; nel pomeriggio l'intinerario proseguirà con la visita all'Abbazia di Santa Maria di Rivalta Scrivia.

I monumenti saranno illustrati dalla nostra vice-presidente, prof. Silvia Beltramo

Scarica qui il volantino completo

Per adesioni e/o ulteriori informazioni scrivete a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Partecipate numerosi!

Stampa Email

Medioevo all'Abbazia

Domenica 28 maggio Piemonte Medievale vi invinta all'evento "Medioevo all'Abbazia" che si terrà presso l'Abbazia di San Nazzaro Sesia (NO)

DSC 7122

 

L’evento “Medioevo all’Abbazia”, è organizzato dalle Associazioni Culturali Piemonte Medievale e Speculum Historiae, in collaborazione con la Parrocchia e il Comune di San Nazzaro Sesia, e con l'Agenzia di Accoglienza e Promozione Turistica della Provincia di Novara. Durante la giornata sarà possibile degustare specialità "medievali" e i prodotti tipici locali.

Grazie alla partecipazione di più di 30 “ricostruttori” in abito storico tra cui figurano attori e artisti, l’evento si propone, nel corso della giornata di domenica 28 maggio, di ricreare uno spaccato di vita quotidiana del periodo tardomedievale piemontese il più possibile accurato, sfruttando come elemento integrante l’abbazia di San Nazzaro.

Fondata in diocesi di Vercelli da Riprando, vescovo di Novara, tra il 1039 e il 1053 (tradizionalmente nel 1040), l'abbazia fu sotto il patronato dei conti di Pombia, poi di Biandrate, per alcuni secoli, fino a che divenne parrocchia nel 1573. La collocazione in un sito di confine e di transito e il ruolo di controllo su un ricco patrimonio di appezzamenti di terreno appartenenti ai conti garantì all'abbazia prestigio e prosperità economica. Antonio Barbavara, l'ultimo abate, resse il cenobio dal 1429 al 1467, promuovendo buona parte della ricostruzione e la fortificazione.

Il periodo di riferimento per la ricostruzione si colloca tra il 1390 e il 1410.

Servendosi dell’archeologia esperienziale, si riportano in vita abiti, manufatti, tecniche artigiane e si mette questa conoscenza direttamente a fruizione degli spettatori, che possono toccare con mano i risultati. Utilizzando la recitazione e l’immedesimazione nei personaggi rappresentati, si portano i visitatori a contatto con gli usi e costumi caratterizzanti del periodo proposto.

Nel contesto di una esposizione di banchi artigianali posti nella location, verranno proposte attività quali la sartoria, la medicina, la scrittura, architettura, musica e danze, attività di carattere militare come la ricostruzione di un duello “in arme” (in armatura), illustrazione delle macchine da guerra dell’epoca, dimostrazioni di tiro con archi e balestre. Oltre a Speculum Historiae, saranno presenti l'Associazione Nazionale HEMA, l'Associazione Culturale Res Gestae di Alessandria, la Compagnia della Spada e della Croce di Borgomanero, i More Ianuensis di Genova e Igor Ferro Ghironda di Torino.

Durante il corso della giornata i visitatori saranno invitati ad interagire attivamente con i ricostruttori ponendo loro domande e, ove possibile, provando in prima persona le attività proposte. Saranno previsti anche momenti di interpretazione di scene di vita quotidiana e visite guidate, a cura dell'associazione Piemonte Medievale, che permetteranno di conoscere le numerose testimonianze che si conservano per ogni fase della prestigiosa storia dell'abbazia: parte delle fondazioni della chiesa di Riprando, conservate in sacrestia, il possente campanile del tardo XI secolo, l'atrio costruito nel secolo seguente e gli edifici eretti nell'ambito dell'importante riqualificazione tardomedievale, che contestualizza perfettamente una ricostruzione incentrata sugli anni di passaggio tra il XIV e il XV secolo: la chiesa, il chiostro, alcuni vani adiacenti e il possente perimetro fortificato. San Nazzaro Sesia è una delle abbazie incastellate meglio conservate in Italia.

18156603 10212192448113626 8697820299721070749 o

Stampa Email